HOGAN REBEL CALZATURE yoox grigio Ecopelle Salida El Más Barato 2018 Para La Venta Orden Pre Precio Barato 2018 Nueva Línea TcfbT

SKU453623353868537286
HOGAN REBEL CALZATURE yoox grigio Ecopelle Salida El Más Barato 2018 Para La Venta Orden Pre Precio Barato 2018 Nueva Línea TcfbT
HOGAN REBEL CALZATURE yoox grigio Ecopelle
Una famiglia italo-tedesca in giro per il mondo
Amburgo , Architettura , ,

Sacro e profano all´interno delle

Posted On :
, Corea del Sud , , JEFFREY CAMPBELL CALZATURE yoox rosso Senza stampe Fiable La Venta En Línea Tienda De Venta Ofertas De Liquidación Salida Recomienda Venta Mayor Proveedor PFZyH
, Travels

Airbus A380: volare sull´aereo più

Posted On :
around the world , , , Lifestyle , Travel , Travels

Gruppi Facebook per viaggiatori e blogger

Posted On :
Amburgo ,

Inselpark, il meraviglioso parco in

Posted On :

Facciamo il Presepe

/ Tecniche / Modellare la creta. Operazioni preliminari

italo Tecniche 6 commenti 5,472 Visualizzazioni

Lavorare la creta è un piacere che può offrire molte soddisfazioni, a patto di non avere fretta e di compiere pazientemente alcune operazioni preparatorie.

La creta è un materiale plastico che si raccoglie sulla riva di fiumi e torrenti . Naturalmente, è raro che un artista o un artigiano vada a prenderla da sé in questi luoghi, anche perché non sarebbe pienamente adatta allo scopo. Vi sono fabbriche specializzate che, mediante procedimenti tecnici piuttosto complessi, trasformano la materia grezza in blocchi o panetti di varie dimensioni, che si possono acquistare nei negozi di belle arti.

Chi lavora con la creta, però, sa bene che neanche quella acquistata nel negozio è davvero “pronta all’uso”. Chi vuole andare sul sicuro ed evitare brutte sorprese in fase di cottura (del tipo di sentire “scoppiare” il pezzo e vederselo ridotto in frantumi) sottopone la creta acquistata ad ulteriori manipolazioni .

Non so se l’hai mai provato, ma ti assicuro che sentire i pezzi che scoppiano durante la cottura è provare una trafittura alla schiena. Per fortuna, io l’ho sperimentata pochissime volte, grazie all’abilità e all’amore con cui mia madre cuoceva i miei pezzi, come ti dico .

Perciò, quando ti accingi a dare forma alle tue idee mediante la creta, frena la tua impazienza e, prima di dare sfogo al tuo estro creativo, premi bene con le mani il materiale, schiaccialo, fanne nuovamente una palla, poi schiaccialo e stendilo di nuovo, con una serie di manipolazioni che toglieranno tutta l’aria che potrebbe esservi all’interno.

Quando si ritiene che il materiale è pronto ci si mette all’opera, servendosi come strumenti innanzitutto delle dita, ovviamente, e anche dell’ausilio di apposite stecche , lavorate in modo da avere due estremità, di diverse forme e dimensioni, per adempiere a funzioni diverse. Le stecche, generalmente fatte di legno di bosso, si trovano in vendita presso qualunque negozio di belle arti.

Alcune stecche hanno le estremità fatte con filo di metallo molto spesso e sagomato: queste servono soltanto a portare via il materiale in eccesso.

Vanno evitate le stecche di plastica, che possono andare bene per materiali come il das o la plastilina, ma non certo per la finissima creta.

L’ideale sarebbe di intagliare da sé le proprie stecche, in modo da dare loro la forma che si ritiene più utile per i propri scopi. Così faceva mio padre : lo ricordo bene nell’operazione di trarre fuori gli strumenti del suo lavoro, intagliandoli con il coltello nei rametti d’ulivo che mio nonno materno gli portava, proprio per quello scopo, dal paese .

In genere, gli scultori adoperano stecche di vario tipo. Io ho visto mio padre lavorare solo con due stecche, una più grande ed una più piccola.

A questo punto, però, nel dare inizio all’opera, devi decidere se vuoi creare un pezzo unico o un modello da riprodurre in più esemplari mediante stampo. Anche le dimensioni sono alla base di preparativi di tipo diverso.

Il caso più semplice è quello in cui vuoi modellare un pezzo unico di piccole dimensioni . Ho detto “il più semplice”, perché non hai vincoli di alcun genere né particolari precauzioni da prendere.

Nel caso, infatti, che tu debba preparare un modello per lo stampo , nel modellare devi fare attenzione a non creare sporgenze e rientranze tali da formare il “sottosquadro”.

Se poi devi lavorare un pezzo di maggiori dimensioni , può essere utile creare una struttura di sostegno , in modo che la creta umida non si afflosci e cada sotto il suo stesso peso.

Un’altra cosa che devi sapere è questa: il pezzo che dovrà essere cotto non deve essere compatto, ma cavo , altrimenti, ancora una volta, scoppia e va in mille schegge.

Per i pezzi di piccole dimensioni, basta praticare un foro che lo percorra per intero; per i pezzi di dimensioni maggiori, si procede all’operazione di svuotamento , mediante un coltello, man mano che la creta si indurisce.

L’essiccamento, infatti, avviene lentamente, procedendo dall’esterno verso l’interno: quando l’esterno è indurito, l’interno, ancora fresco, può essere facilmente rimosso. Si può anche tagliare il dorso della statuetta, per scavare con maggiore comodità; poi, una volta completata l’operazione di svuotamento, si rimette a posto il dorso servendosi dell’acqua e della stecca.

Fin qui ho parlato di quello che sarà un pezzo unico.

Se, invece, stai preparando un modello per lo stampo, lo svuotamento non è necessario: infatti, nell’operazione di creazione dello stampo, il modello va irrimediabilmente perso.

In quanto ai pezzi successivi creati per mezzo dello stampo, questi risultano già cavi proprio per il modo in cui vengono lavorati.

Un pezzo di dimensioni maggiori può essere lavorato intorno ad un’armatura, costituita di filo di ferro ricoperto con carta di giornale: durante della cottura, la carta sarà ridotta in cenere ed il pezzo risulterà naturalmente cavo.

Prima di passare alla cottura, è necessario attendere che il pezzo sia bene asciutto.

E se non lo cuoci? La creta essiccata si presenta di colore grigiastro. Naturalmente, puoi ugualmente dipingerla, ma devi essere consapevole dei rischi a cui va soggetta la creta non sottoposta a cottura: la sua maggiore nemica è l’umidità, cioè l’acqua, che ha il potere di riportarla allo stato originario di materia informe. Vero è che con il tempo indurisce, ma non tanto che non vada soggetta o sfaldature e abrasioni. Un’opera in creta non cotta tende a ridursi in polvere.

Perciò, meglio cuocerla. Della cottura parlo .

Spero di essere stato chiaro, almeno per quanto è possibile la chiarezza, quando si tratta di descrivere operazioni manuali.

Ma il mio vero intento è di farti venire il desiderio di precipitarti nel più vicino negozio di belle arti, comprare un pezzo di creta e delle stecche, per poi, tornato a casa, metterti subito all’opera.

Ci sono riuscito?

nessuna impurità

L’evoluzione di un gruppo

Minerali Industriali è un’impresa italiana indipendente che nasce dalla fusione di due gruppi storici italiani: Maffei, fondata ai primi del ‘900 e Gruppo Minerali attiva dagli anni ’70.

Molteplicisono i business sui quali è focalizzata: estrazione, trattamento e commercializzazione di materie prime e riciclo e recupero di scarti industriali non pericolosi (Minerali Industriali Mining); ricerche geologiche e minerarie, progettazione e realizzazione di impianti e macchine per il settore minerario e per il recupero di scarti industriali (Minerali Industriali Engineering); prodotti innovativi per l’utilizzo in ambito sportivo e tempo libero (Minerali Industriali Sport Leisure).

SCOPRI DI PIÙ ›

Materie Prime

Minerali Industriali è in grado di fornire, in Italia e all’estero, le materie prime per molte applicazioni industriali.

SCOPRI TUTTI I PRODOTTI ›

Materie Prime

Minerali Industriali è in grado di fornire, in Italia e all’estero, le materie prime per molte applicazioni industriali.

SCOPRI TUTTI I PRODOTTI ›

Materie Prime

Minerali Industriali è in grado di fornire, in Italia e all’estero, le materie prime per molte applicazioni industriali.

SCOPRI TUTTI I PRODOTTI ›

Materie Prime

Minerali Industriali è in grado di fornire, in Italia e all’estero, le materie prime per molte applicazioni industriali.

SCOPRI TUTTI I PRODOTTI ›

Valorizzazione dei rifiuti industriali

Riciclo del vetro
Recupero dei rottami ceramici
SCOPRI DI PIÙ ›

Minerali Industriali è un’azienda tradizionalmente votata alla tutela ed alla valorizzazione delle aree oggetto delle proprie attività di produzione. Una filosofia condivisa che ha spinto l’Azienda ad investire costantemente in svariati progetti di recupero ambientale delle proprie miniere.

Rispetto e rivalutazione dell’ambiente

SCOPRI DI PIÙ ›

News Media

26 Giu

Minerali Industriali ha il piacere di comunicare che il 6 giugno 2018 è stato inaugurato l’impianto della società controllata [...]

11 Giu

Anche quest’anno Minerali Industriali consolida la collaborazione con Street Games confermandosi Sponsor e fornitore ufficiale di sabbia per il [...]

29 Mag

Anche quest’anno Minerali Industriali consolida la collaborazione con Sporting MI3 confermandosi Sponsor e fornitore ufficiale di sabbia per il [...]

Accademia di musica

ANNO ACCADEMICO 2018 - 2019

IL TERMINE DI SCADENZA PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE E' POSTICIPATO AL 25 LUGLIO 2018

PROFESSIONE ORCHESTRA

PERFEZIONAMENTO per futuri professori d’orchestra

24 settembre 2018 - giugno 2019, Torino e Pinerolo

un progetto di Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI - Accademia di Musica di Pinerolo

A lezione di strumento con le prime parti dell’Orchestra Sinfonica RAILezioni di musica da camera in Accademia con Andrea Lucchesini e Lukas Hagen Partecipazione alle prove dell’Orchestra all’Auditorium RAIBorse di studio per gli studenti più meritevoli

Scarica il regolamento e il modulo di iscrizione

Clicca qui per scoprire corsi, date e docenti

Scarica il comunicato stampa

L’ Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI , da sempre attiva nella diffusione del grande repertorio sinfonico e delle pagine d’avanguardia storica e contemporanea, e l’ Accademia di Musica di Pinerolo , istituzione di perfezionamento musicale con un focus anche sulla musica da camera e il repertorio orchestrale, uniscono le forze in vista del comune e innovativo progetto Professione Orchestra

Ad essere attivato è un percorso formativo professionalizzante dedicato al professore d’orchestra che mira, a differenza di altre esperienze finalizzate alla costituzione di un’orchestra giovanile, a consentire ai giovani musicisti la preziosa opportunità di un vero e proprio , oltre a lezioni di strumento con le prime parti dell’Orchestra Sinfonica RAI e di musica da camera presso l’Accademia di musica di Pinerolo con docenti di fama internazionale ( Andrea Lucchesini e Lukas Hagen ).

Il progetto Professione Orchestra si articola in due parti:

PARTE I 24 settembre - 6 ottobre 2018

Due workshop, ciascuno della durata di 6 giorni, presso il Centro di Produzione e l’Auditorium Rai. Si prevede la partecipazione ad ogni workshop di massimo 48 allievi e 8 docenti. Ogni workshop sarà attivato con un minimo di 3 allievi.

Ogni workshop sarà articolato come segue:

Strutture convenzionate Mensa Rai Sermig ( clicca qui per scaricare tutte le info )

PARTE II ottobre 2018 - giugno 2019

i migliori allievi dei 2 workshop (massimo 8), saranno selezionati dal Comitato artistico composto da Direttore Artistico Rai, Direttore Artistico Accademia di Musica, un Docente dell’Accademia, due Prime Parti della Rai, per la partecipazione a un corso annuale che prevede:

La partecipazione alla Parte II è coperta da borsa di studio.

A tutti i partecipanti, sia della Parte I sia della Parte II, verrà rilasciato un attestato di partecipazione in qualità di allievo effettivo.

Il progetto è realizzato con il sostegno di Compagnia di San Paolo

CARTELLA STAMPA http://bit.ly/PO201819

(+39 0121321040 - 393 9062821 - segreteria@accademiadimusica.it )

AVVISO IMPORTANTE

Sconti, iniziative ed info, non perderti mai nessuna iniziativa. Iscriviti alla Newsletter

Iscrivendoti alla newsletter dichiari di aver preso visione dell' informativa sul trattamento dati personali

Categorie

Informazioni

Sedilmare s.r.l.

  • Sede Legale:

    Via A. Vespucci 9 - 80142 Napoli
  • Maxi Store:

    Via Campana 233/B - 80078 Pozzuoli (NA)
  • Contattaci subito: +390818041780
  • Email: info@sedilmare.it
  • P.IVA 06932920637